Il verso delle red-ox

ragno palombaro

Ragno palombaro

La ben nota reazione della respirazione cellulare è un’ossidoriduzione:

$ \sf \moveright 5em { \charge{0}{C_6} \charge{+1}{H_{12}} \charge{-2}{O_6} +\ 6\ \charge{0}{O_2} \to\ 6\ \charge{+4}{C} \charge{-2}{O_2} +\ 6\ \charge{+1}{H_2} \charge{-2}{O} \ +\ energia\ chimica} $

il carbonio si ossida mentre l’ossigeno si riduce. Sappiamo anche che questa reazione, una volta innescata, è accompagnata da sviluppo di energia, che i viventi accumulano sotto forma di molecole di ATP, spendibili per i processi cellulari. Il carbonio più ridotto contenuto nel glucosio ha un potenziale energetico più alto del carbonio ossidato.

La reazione opposta è la fotosintesi clorofilliana; i percorsi metabolici che la rendono possibile sono diversi da quelli della respirazione, ma la cosa più importante che qui desidero rilevare è che, perché essa avvenga, richiede energia (l’energia luminosa catturata dalla clorofilla) perché è necessario portare il carbonio, completamente ossidato, ad uno stato più ridotto.

$ \sf \moveright 5em {6\ \charge{+4}{C} \charge{-2}{O_2} +\ \ 6\ \charge{+1}{H_2} \charge{-2}{O}\ \charge{luce}{\to} \ \charge{0}{C_6} \charge{+1}{H_{12}} \charge{-2}{O_6} +\ 6\ \charge{0}{O_2}}$

È possibile scrivere una red-ox indicando una doppia freccia, una in un senso una nell’altro, ma tenendo conto che una sola delle due reazioni avviene spontaneamente, mentre la reazione opposta richiede energia:

$ \sf \moveright 5em {{C_6}{H_{12}}{O_6} +\ 6\ {O_2}\ \rightleftharpoons \ 6\ {C}{O_2} +\ \ 6\ {H_2}{O}}$

Nelle attività umane sono impiegate largamente le reazioni di ossidoriduzione spontanee per produrre energia. È il caso delle combustioni: del carbone, della legna, dei combustibili derivati dal petrolio per ricavare energia termica. Oppure delle pile, per ricavare energia elettrica. Ma di questo parlerò nei prossimi post. E di altro ancora.

About ilgeniodellalampada

docente di scienze
This entry was posted in reazioni, red-ox. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *