Reazioni di ossido-riduzione

Pila_di_Volta

Le ossido-riduzioni – red-ox per gli amici – sono reazioni chimiche che si distinguono dalle non red-ox perché, a seguito della reazione, avviene un trasferimento di elettroni da un elemento ad un altro.

Attribuendo il numero di ossidazione a tutti gli elementi coinvolti nella reazione, sia nei reagenti sia nei prodotti, si osserva il cambiamento nel numero di ossidazione. Ad esempio:

$\sf \moveright 5em {\charge {+2}{Fe} \charge {+6}{S} \charge {-2}{O_4} +\ 2 \charge {+1}{Na} \charge {-2}{O} \charge {+1}{H} \to \charge {+2}{Fe}( \charge {-2}{O} \charge {+1}{H_2} ) +\ \charge {+1}{Na_2} \charge {+6}{S} \charge {-2}{O_4}} $

non è una red-ox; invece:

$\sf \moveright 5em {\charge{0}{Zn} +\ \charge {+2}{Cu} \charge {+6}{S} \charge {-2}{O_4} \to \charge {0}{Cu} +\ \charge {+2}{Zn} \charge {+6}{S} \charge {-2}{O_4}} $

è una red-ox. Ciò che si osserva è che lo zinco ha ceduto due elettroni, che sono stati acquistati dal rame. Isolando dal resto della reazione gli elementi che hanno modificato il loro numero di ossidazione, è possibile scrivere due semi-reazioni:

$\sf \moveright 5em {Zn \to Zn^{++} + 2e^- } $
che è una semi-reazione di ossidazione,

e

$\sf \moveright 5em {Cu^{++} + 2e^- \to Cu } $
che è una semi-reazione di riduzione.

Il rame che si riduce è detto ossidante (perché provoca l’ossidazione dello zinco), lo zinco che si ossida è detto riducente (perché provoca la riduzione del rame).

Spero sia abbastanza evidente che il numero di elettroni ceduti da un elemento debbano essere uguali al numero di elettroni acquistati dall’altro elemento.

About ilgeniodellalampada

docente di scienze
This entry was posted in reazioni, red-ox. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *