Principio di Le Châtelier



Torniamo alla reazione del tiocianato con gli ioni ferro(III)

$ \sf \moveright{5em} {\compound{Fe^{+++}}{\color{orange}{arancione}}{} + \compound{SCN^{-}}{incolore}{} \rightleftharpoons \compound{FeSCN^{++}}{\color{red}{rosso}}{}} $

e scriviamo qui la legge di azione di massa di questa reazione:

$ \sf \moveright{5em} {K_{eq}= \fraz{[FeSCN^{++}]}{[Fe^{+++}][SCN^-]}} $

Nel corso della prima prova abbiamo modificato l’equilibrio aggiungendo del tiocianato di potassio, quindi aumenta il denominatore della frazione. Il rapporto resta costante se aumenta anche il numeratore: abbiamo osservato infatti un colore rosso più cupo della soluzione, che significa che la concentrazione degli ioni $\sf FeSCN^{++} $ è aumentata.

Nel corso della seconda prova abbiamo modificato l’equilibrio aggiungendo del nitrato ferrico, anche in questo caso cresce il denominatore della frazione. Perché il rapporto resti costante crescrà anche il numeratore: ancora una volta la soluzione si è scurita.

Nel corso della terza prova, facendo precipitare il ferro abbiamo sottratto questi ioni all’equilibrio, diminuisce il denominatore della frazione. Il rapporto resta costante se diminuisce anche il numeratore: abbiamo osservato infatti un colore giallo-arancio della soluzione, dovuta ad una diminuzione degli ioni $\sf FeSCN^{++} $.

Da molte osservazioni effettuate sul comportamento dei sistemi all’equilibrio (non solo delle reazioni in soluzione!) è stata tratta una legge generale, nota come Principio di Le Châtelier, secondo cui, quando un sistema all’equilibrio viene perturbato, esso reagisce cercando di annullare gli effetti della perturbazione.

About ilgeniodellalampada

docente di scienze
This entry was posted in reazioni. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *