Ossiacidi, terza e ultima parte




limone


Dalla formula al nome

Riconosciamo un acido perché la sua formula inizia con l’atomo di idrogeno.

Caso 1:
L’acido è binario la sua desinenza è -idrico.
Esempio: $\sf HCl$ acido cloridrico

Caso 2:
L’acido è ternario. Si tratta di determinare il N.O. del non metallo caratteristico: per ottenerlo moltiplicate per 2 il numero degli atomi di ossigeno e sottraete il numero degli atomi di idrogeno.
Esempio: $\sf HIO_4$ (4 x 2)-1= +7 deriva dall’anidride periodica, si chiama acido periodico

Caso 3:
L’acido può essere meta- o orto-: dipenderà dall’abbondanza degli atomi di idrogeno (negli acido orto ci sono 3 o 4 atomi di idrogeno)
Esempio: $\sf H_3 AsO_3 $ (3 x 2)-3= +3 deriva dall’anidride arseniosa ma con 3 atomi di idrogeno, si chiama acido ortoarsenioso.

E questo è tutto 🙂 E ora non resta che esercitarsi un pochino.




About ilgeniodellalampada

docente di scienze
This entry was posted in nomenclatura tradizionale, ossiacidi. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *