La mole II




lenticchie


Anche le lenticchie non c’entrano niente con l’argomento in esame, ma danno l’idea di un numero molto grande. 🙂 Be’ il numero di Avogadro è molto, molto, molto più grande.

Il numero di Avogadro è stato determinato sperimentalmente, e questa pagina indica i metodi che sono stati impiegati per determinarlo. E’ descritto anche un esperimento che consente facilmente di ricavare l’ordine di grandezza del numero di molecole di una mole di una sostanza (nell’esempio, acido oleico, un acido grasso).

Così come per ogni risma di carta ci sono 500 fogli, così per ogni mole di una sostanza ci sono $ \sf 6.023 \cdot {10}^{23} $ particelle elementari.

A parità di grammatura della carta, risme di formato diverso (A3, A4, A5…) hanno masse diverse ma sempre lo stesso numero di fogli, e, in modo analogo, moli di sostanze diverse hanno massa diversa, ma contengono sempre lo stesso numero di particelle elementari.

Ricordo che sulla tavola periodica sono indicate le masse atomiche relative degli elementi: se esprimiamo in grammi questi valori, essi rappresentano la massa di una mole di ciascun elemento.

La massa molare (MM) è la massa di una mole di una sostanza pura e corrisponde alla massa atomica o alla massa molecolare espressa in grammi.

Una mole di una sostanza pura contiene un numero di Avogadro di particelle elementari

Ritorniamo alla reazione $ \sf CuSO_4 + 2 NaOH \to Cu(OH)_2 \downarrow + Na_2 SO_4 $: affinché i reagenti siano in quantità stechiometriche è necessario che il rapporto fra le moli dei reagenti sia di 1:2. E così abbiamo fatto un piccolissimo passo in avanti nella soluzione del problema, o, almeno, ci siamo assicurati di non dover contare molecole! Vorrà dire che ‘conteremo’ (calcoleremo) le moli.
🙂

About ilgeniodellalampada

docente di scienze
This entry was posted in stechiometria. Bookmark the permalink.

One Response to La mole II

  1. Escher says:

    >O ancora meglio, peseremo le moli! Se una mole di NaOH ha una massa di 40 g, allora due moli avranno una massa di 80 g.
    Spero di non aver anticipato il prossimo argomento. Se l'ho fatto cancella pure questo commento prima che lo leggano i tuoi studenti 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *