Idruri




indicatore


Prima di affrontare le reazioni delle anidridi con l’acqua, farò una piccola digressione sui composti binari contenenti idrogeno.

Se l’idrogeno si combina con un metallo, forma composti ionici binari: il N.O. dell’idrogeno è -1, perché l’idrogeno è più elettronegativo dei metalli. Il nome di questi composti è idruro di… accompagnato dal nome del metallo

$\sf NaH $ è l’idruro di sodio, costituito dagli ioni $\sf Na^+\ e\ H^- $
$\sf FeH_2 $ è l’idruro ferroso, costituito dagli ioni $\sf Fe^{++}\ e\ 2 H^- $
$\sf FeH_3 $ è l’idruro ferrico, costituito dagli ioni $\sf Fe^{+++}\ e\ 3 H^- $

Se l’idrogeno si combina con un non-metallo, forma composti covalenti binari: il N.O. dell’idrogeno è +1, perché l’idrogeno è il non-metallo con più bassa elettronegatività. Nella nomenclatura tradizionale assumono nomi diversi a seconda del non metallo caratteristico.

Chiamiamo acqua il diidruro di ossigeno (o monossido di diidrogeno 🙂) ($\sf H_2 O $) , ammoniaca il triidruro di azoto ($\sf N H_3 $), fosfina il triidruro di fosforo ($\sf P H_3 $), arsina il triidruro d’arsenico ($\sf As H_3 $), borano il triidruro di boro ($\sf B H_3 $), metano il tetraidruro di carbonio ($\sf C H_4 $), silano il tetraidruro di silicio ($\sf Si H_4 $).

Gli elementi del VII gruppo della TP e lo zolfo, formano con l’idrogeno degli acidi binari, il cui nome nella nomenclatura tradizionale si ottiene aggiungendo la desinenza -idrico al non-metallo: l’acido fluoridrico, l’acido cloridrico, l’acido bromidrico, l’acido iodidrico e l’acido solfidrico, le cui formule brute sono $\sf HF ,\ HCl ,\ HBr ,\ HI\ e\ H_2 S $. Le loro formule molecolari sono molto semplici da costruire. Nella TP aggiungerete dunque agli elementi del VII gruppo il N.O. -1 e allo zolfo -2.

La particolarità degli acidi è quella di dissociarsi in acqua secondo la reazione

$\sf HA + H_2 O \to A^- + H_3 O^- $

(con HA ho indicato un acido generico)

Non tutte le molecole dell’acido si dissociano. Maggiore è la capacità di dissociarsi, maggiore è la forza di un acido. Maggiore è la concentrazione degli ioni $\sf H_3 O^+ $ maggiore è la corrosività della soluzione.

Anche l’acqua pura si dissocia debolmente secondo la reazione

$\sf 2 H_2 O \to H_3 O^+ + OH^- $

Quando si introduce un acido in acqua aumentano gli ioni $\sf H_3 O^+ $ ma, contemporaneamente, diminuiscono gli ioni $\sf OH^- $.

Per contro, quando introduciamo un idrossido in acqua (BOH), si dissocia in ioni $\sf B^+ e\ OH^- $, e contemporaneamente gli ioni $\sf H_3 O^+ $ diminuiscono, conferendo le proprietà basiche alla soluzione.

(ho indicato con BOH una base generica).

Non tutte le molecole dell’idrossido si dissociano. Maggiore è la capacità di dissociarsi, maggiore è la forza di una base. Maggiore è la concentrazione degli ioni $\sf OH^- $ maggiore è la corrosività della soluzione.

Cosa succede se introduciamo dell’ammoniaca in soluzione? Mi piacerebbe che meditiate su questa domanda.




About ilgeniodellalampada

docente di scienze
This entry was posted in nomenclatura tradizionale. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *